Social network e aziende: 7 buoni motivi per esserci!

Aumento-possibiltà-di-business.jpg

 

Ormai tutti sappiamo come Internet e i Social Media abbiano cambiato il comportamento d’acquisto del consumatore ed il modo di interfacciarsi con l’azienda. Abbiamo appurato inoltre che, nonostante i primi anni di scetticismo nei confronti di questi strumenti da parte delle aziende, molte abbiano già iniziato ad adattarsi al nuovo modo (e ai nuovi strumenti digitali) di fare marketing.

Questo perché ormai sempre più persone utilizzano la Rete per ogni tipo di esigenza ed in particolar modo i Social Network, tendenza in crescita soprattutto grazie anche all’utilizzo dei device mobili (smartphone e tablet) in diversi momenti della vita quotidiana: siamo tutti d’accordo nel convenire che le aziende non possono e non devono lasciarsi sfuggire tali opportunità di crescita e visibilità.

 

Se in un primo momento si diffidava di Internet e dei Social Network, che venivano visti solo come meri “spazi pubblicitari” o banalizzati quest’ultimi come una “nuova moda”, ora, invece, se ne apprezzano i numerosi vantaggi, sia per le aziende che per i professionisti.

 

Approfondiamo ora meglio questo aspetto, elencando ben 7 motivi per cui un’azienda dovrebbe essere sui Social network.

 

1.AUMENTO DELLA CONOSCIBILITÀ E VISIBILITA’ DELL’AZIENDA
I social network crescono di giorno in giorno ad una velocità impressionante: per avere un’idea del fenomeno a Gennaio 2017 si contavano quasi 30 milioni di italiani che avevano un account attivo sulle maggiori piattaforme social. Entrare nel mondo dei social network significa farsi conoscere da un ampio bacino di utenti interessati e di avere maggiori opportunità di incrementare il proprio business. Per non parlare del passaparola (buzz) che si può generare online, con ovvi risultati sorprendenti, sfruttando il grande potere della Rete di diffondere le notizie in maniera rapida a tutto il popolo web a livello globale

 

2.MIGLIORAMENTI NEL POSIZIONAMENTO DEI SITI WEB

I Social Network sono considerati ottimi strumenti per veicolare il traffico dai profili/pagine pubbliche business ai siti web (e viceversa ovviamente). Mediamente un utente si connette alle maggiori piattaforme Social per circa due ore e mezza al giorno, in questo lasso di tempo, fra le altre cose, l’utente scorre lo stream in cui compariranno diversi post, immagini e notizie, fra cui annunci e banner promozionali di prodotti o servizi che potrebbero essere di suo interesse (da qui l’importanza della campagne di inserzioni pubblicitarie a pagamento effettuate direttamente sui e dai Social Network). A questo punto l’utente potrebbe decidere di visitare il sito aziendale oggetto dell’annuncio in questione oppure potrebbe cliccare sul banner ed essere immediatamente “catapultato” in una precisa pagina di e-commerce dell’azienda (la famosa “landing page”). In entrambi i casi, aumenterebbe il traffico di contatti interessati a conoscere l’azienda ed i prodotti o servizi che offre.

Infine, non da meno, riveste l’importanza di essere presenti e attivi sui Social anche per il motore di ricerca Google che ha introdotto un nuovo algoritmo (Penguin 4.0), il quale assegna un punteggio (ranking) più alto ai siti web di attività business che hanno un maggior engagement sui Social Network. Ciò si traduce in una spinta verso l’alto come posizione nelle pagine dei motori di ricerca.

 

3.AUMENTO DELLE POSSIBILITÀ DI BUSINESS

Essere sui social network attraverso una presenza costante e mirata permette all’azienda di entrare in contatto ogni giorno con migliaia di potenziali clienti, ascoltare le loro necessità e avere la possibilità di fidelizzarli. Il feedback che un’azienda può ottenere dai propri utenti sui Social, con i quali crea un vero e proprio dialogo bilaterale, è molto utile per crescere e anche per ottenere consigli e pareri circa una diversa fornitura di prodotti e servizi.

E’ un caso famoso quello di Algida e della campagna Social partita spontaneamente dal basso da un nutrito gruppo di utenti che hanno chiesto il reinserimento nel mercato di un prodotto che era stato ritirato negli anni, ma che era rimasto positivamente nella memoria di molti. Algida ha saputo cogliere tale suggerimento con intelligenza, aumentando i propri profitti e accontentando il proprio pubblico.

 Winner-Taco.jpg

4.CREAZIONE DI RELAZIONI CON GLI UTENTI

I Social Network possono aiutare le aziende a costruire relazioni con gli utenti, favorire lo scambio di opinioni e permettere di avere feedback immediati sui propri prodotti/servizi, fondamentali per migliorare e orientare le proprie strategie aziendali.

Una volta costruito un legame con l’utente, quest’ultimo si sentirà parte di una “grande tribù” del brand a cui non solo potrà restituire la sua esperienza d’acquisto, come vive l’appartenenza a questa tribù e come questi due aspetti possano migliorare, ma addirittura può diventare ambasciatore del brand e pubblicizzare presso i suoi contatti e amici i prodotti e servizi dell’azienda.

Un esempio esplicativo di quanto appena detto lo fornisce Apple, brand a cui ruota attorno una vera e propria tribù di fedelissimi seguaci! Questa tribù di amanti dei prodotti Apple è una delle carte vincenti dell’azienda, la quale oltre a vendere i prodotti (che sicuramente sono ottimi) vende anche dei valori e dei messaggi che permette ai possessori di Apple di diversificarsi dagli altri. E se da una parte Apple vende prodotti con una potente carica semantica, in grado di comunicare i valori ed il messaggio aziendale, dall’altra parte il consumatore compra un oggetto che racchiude un potente legame con il brand e senso di appartenenza ad una comunità in cui si condividono esperienze e valori comuni. Ovviamente queste tribù sono composte da persone di tutto il mondo che possono tenersi in contatto con l’azienda e fra di loro grazie ai social network.

 Tribù-Apple.jpg

5.INFLUENZA DELLE DECISIONI D’ACQUISTO

Per collegarci al punto precedente ricordiamo che i Social Network, insieme ad internet, esercitano un ruolo di influenzatori nelle decisioni d’acquisto degli utenti. Conoscere l’azienda, avere informazioni sul prodotto che si vuole acquistare e leggere i commenti delle altre persone, che magari hanno già acquistato quel prodotto, grazie alla presenza dei brand sui social, permette al potenziale cliente di orientarsi tra i diversi competitors e scegliere quale offerta è quella che fa per lui.

 

6.SELEZIONE DEL TARGET CHE FA PER TE

Un’ampia clientela è presente sui Social, disponibile a condividere opinioni, pensieri e molte informazioni di sé. Tutte queste informazioni possono essere utili all’azienda per targettizzare gli utenti, creare le buyer personas e i diversi e mirati strumenti messi a disposizione dai social permettono alle aziende di selezionare i vari target a cui rivolgersi: un esempio può essere lo strumento Insights di Facebook che fornisce diversi dati quantitativi e qualitativi circa gli utenti che si relazionano con le Fan Pages.

Di certo i Social Media hanno semplificato molto la profilazione degli utenti, per cui le aziende non devono ricorrere a metodi disturbanti per i clienti, che magari a fronte di costi elevati non assicurano risultati altrettanto efficaci.

 Target.jpg

7.ASCOLTO E ASSISTENZA AGLI UTENTI

Quest’ultimo punto si può rivelare di grande aiuto per un’azienda che vuole sapere cosa le persone pensano del suo brand, senza ricorrere ad altri strumenti, come possono essere sondaggi online o tramite telefono, che possono risultare disturbanti ed invadenti e spesso non ottengono riscontri veritieri. La presenza quotidiana dell’azienda sui social, inoltre, permette di costruire un rapporto diretto con gli utenti, di ascoltare le diverse opinioni e di trasformare in modo tempestivo ogni critica in un’occasione per migliorare e fidelizzare il cliente.

A questo proposito molte aziende note utilizzano i social network come strumenti di Customer Care e forniscono assistenza sulle piattaforme social assicurando ai clienti tempi di risposta più brevi.

 

 

 

 

 

 

≪ Torna a News